Soccer Altamura tra stop e ripartenze

Il campionato di C2 maschile chiude i battenti, le ragazze di nuovo in campo

Volge al termine un lunghissimo periodo di stop dovuto alle tristi vicende che tutto il mondo conosce e
che non necessitano più di alcuna presentazione, caratterizzato dall’incertezza sul futuro del futsal
regionale e dalla grandissima voglia in casa biancorossa di conquistare sul campo gli obiettivi
prefissati ad inizio stagione. Diverso è, però, il destino delle due prime squadre altamurane; se i
ragazzi di mister Tassielli, infatti, sono costretti a fermare la propria corsa e a riporre le scarpette nel
borsone in attesa della prossima stagione, le leonesse di coach Campanelli riprendono la scalata alla
serie A2 interrotta lo scorso novembre, grazie al riconoscimento dell’interesse nazionale della
categoria da parte del Coni e della Figc. Solo 4 le compagini che hanno aderito alla ripartenza, oltre al
sodalizio presieduto dal duo Dinardo-Benedetto, ci sono Città di Mola, Nox Molfetta e Soccer
Massafra 1963. Il format è costituito da partite di andata e ritorno, con promozione diretta in A2 per la
prima squadra classificata, annullate quindi le due giornate già disputate prima dell’interruzione.
L’inizio del torneo è fissato per domenica 2 maggio, data in cui la compagine murgiana affronterà le
ostiche avversarie della Nox Molfetta in trasferta, con il PalaFiorentini che resterà inaccessibile al
pubblico per l’obbligo di porte chiuse, che resterà vigente in tutte le strutture per l’intera durata del
mini campionato. La pandemia in corso ha evidentemente ridimensionato la portata della serie C
pugliese di calcio a 5, che resta comunque meritevole di attenzione e ricca di insidie, ma non ha
scalfito le ambizioni della Soccer Altamura, la quale, pur consapevole dei rischi e del gravoso
impegno economico, è determinata a conquistare sul campo il palcoscenico nazionale, con cui flirta
ormai da diverse stagioni. Per aspera ad astra.

Ufficio stampa A.S.D. Soccer Altamura